Energia in Rete tra i progetti vincitori di Doniamo Energia

Fondazione Welfare, con il progetto “Energia in rete”, è tra i vincitori del bando Doniamo Energia promosso da Fondazione Cariplo e Il Banco dell’energia Onlus.

Il bando nasce con la finalità di sostenere progetti in Lombardia che garantiscano ai beneficiari, oltre a un sostegno diretto, un percorso di supporto e accompagnamento. A tale scopo promuove il potenziamento di reti di prossimità che, facilitando il coinvolgimento attivo delle diverse organizzazioni del territorio, possano contribuire al rafforzamento dei legami sociali, alla condivisione e alla crescita di forme di solidarietà partecipate e alla ricomposizione delle risposte di contrasto alla vulnerabilità già attive. 

Proprio in tale ottica è nato il progetto “Energia in rete” che tramite il rafforzamento della rete territoriale già esistente nei Municipi 7 (Sportello P.le Segesta CGIL –FWA) e 8 (Sportello WEMI- Spazio Agorà) del Comune di Milano e la creazione di nuove alleanze sul territorio, intende irrobustire le reti già esistenti e sensibilizzare gli attori locali, verso quelle forme di povertà relativa che, se precocemente intercettate, possono essere ingaggiate in percorsi di attivazione per l’ottenimento di autonomia e sostenibilità socio economica. 

“Energia in rete”  si rivolge a nuclei familiari residenti nei Municipi 7 e 8 del Comune di Milano con ISEE compreso tra € 3000 ed € 15.000 e con figli a partire dai 16 anni, inoccupati e/o disoccupati, e forte attenzione ai nuclei mono genitoriali.

Il suo obiettivo è consolidare sul territorio, l’attuazione di modelli di sostegno di tipo non assistenzialistico, volti a favorire l’attivazione dei beneficiari in un’ottica di promozione e responsabilizzazione della persona.

Punto centrale, oltre alla precoce identificazione dei beneficiari tramite l’assegnazione di un “punteggio target”, è la corretta canalizzazione delle persone ingaggiate con il Patto d’Inclusione Attiva (PIA): sia nelle diverse azioni di accompagnamento e attivazione previste per accedere ai servizi offerti dalla rete (microcredito, beni alimentari, servizi alla persona, formazione e orientamento al lavoro ecc..) che per l’accesso al contributo a fondo perduto di 1250€ e reso disponibile per 80 famiglie.

“Energia in rete” intende dunque testare strumenti utili all’intercettazione precoce del target, alla canalizzazione corretta degli ingaggiati verso le diverse azioni e i servizi offerti mettendo a sistema attività e servizi già offerti dalla rete territoriale coinvolta.