Il nostro incontro con il Piano C

Quando pochi giorni fa abbiamo parlato con Lucilla Tempesti, Partnership & Advocacy Manager del Piano C, capirsi è stato facile e decidere di collaborare è stata una conclusione naturale e immediata.

Per chi non lo sapesse, il Piano C è nato nel 2012 ed è stato premiato come Miglior Progetto di Innovazione Sociale in Europa” dalla Banca Europea degli Investimenti. È un’associazione no profit che affianca le donne che desiderano rimettersi in gioco e che vogliono inserirsi o reinsersi nel mondo del lavoro. Il percorso nasce come un lavoro di gruppo e parte proprio dalla messa a fuoco dell’identità di ogni singola donna: storia, difficoltà, capacità, potenzialità, aspirazioni, caratteristiche spesso nascoste o offuscate da un quotidiano difficile o dato per scontato. La nuova consapevolezza acquisita consente a ogni donna di avere una visione più lucida dei suoi punti di forza e delle sue potenzialità ma soprattutto della sua possibile futura identità professionale che il team del Piano C aiuterà a costruire grazie a corsi di formazione e alla rete dei suoi contatti con istituzioni e aziende.

È evidente che le possibili aree di collaborazione tra noi e il Piano C sono molteplici.

La condivisione di esperienze e le sinergie tra i nostri due particolari osservatori ci consentirà di comprendere meglio le attuali condizioni e necessità delle donne milanesi – una percentuale della popolazione molto ampia, oggi particolarmente in difficoltà – e di lavorare insieme per individuare le concrete opportunità di ripartenza.  

Le nostre proposte sono strumenti concreti che il Piano C può mettere a disposizione delle sue interlocutrici per facilitare il loro inserimento nel tessuto sociale ed economico.

Ultima considerazione. Quando si lavora in rete e nella rete entra in gioco un nuovo attore con cui si condividono principi e obiettivi, si verifica un effetto moltiplicatore. Nascono sempre nuove idee e da buoni milanesi le tradurremo in iniziative concrete.

Qualcuno dice che sono gli incontri a cambiare la vita…noi grazie all’incontro e alla collaborazione con il Piano C abbiamo un obiettivo: lavorare per far cambiare in meglio la vita di molte più donne. Una risposta doverosa e concreta a un’esigenza, e sempre più un’urgenza, per la nostra città e per il nostro Paese-