Milano Abitare supera i 1.000 contratti in canone concordato.

Riportiamo con molto piacere i risultati di Milano Abitare, l’agenzia sociale per la locazione gestita dalla nostra Fondazione in co-progettazione con il Comune di Milano e nata per supportare la sottoscrizione di affitti a canone concordato a favore di quell’area grigia, esclusa dalle case popolari ma al tempo stesso impossibilitata a sostenere i canoni del mercato libero.

L’agenzia ha da poco raggiunto un traguardo davvero rilevante, superando quota mille contratti. Attraverso di essa e grazie al sistema di garanzie, vantaggi fiscali e contributi connessi alla formula del canone concordato, le oltre mille famiglie coinvolte hanno potuto risparmiare oltre otto milioni di euro nella durata del contratto di affitto.

Milano Abitare con questo risultato ha mostrato ancora una volta l’efficacia di tale strumento e come esso possa funzionare da canone sociale anche in una realtà complessa come quella milanese, che presenta valori di mercato tra i più alti in Italia.

Un ulteriore segnale in tale direzione arriva dalle Associazioni dei proprietari e dai Sindacati inquilini che, in questi giorni, hanno rinnovato l’accordo territoriale per l’applicazione del canone concordato. Un rinnovo concluso a pochi mesi dalla scadenza – a differenza di quello del 2015 avvenuto dopo ben 16 anni – che segnala una rinnovata attenzione verso questa forma contrattuale

Un rinnovo per cui valgono le parole di soddisfazione dell’Assessore Rabaiotti del Comune di Milano, che ne ha accompagnato il percorso, e la convinzione dell’Amministrazione Comunale, da lui espressa, della necessità di aumentare gli alloggi disponibili in affitto così come di proseguire in tutte le attività di sostegno ed incentivo al canone concordato.