Ale e il suo foglio Excel

Creativo, determinato, ma sempre mosso dalla passione. Alessandro Pettazzi ha studiato scenografia a Brera, si è occupato di illustrazioni, ha collaborato con una designer che progettava lampade, ha sempre avuto il debole per le biciclette. D’estate andava a dare una mano a suo zio che aveva un negozio di bici, osservava tutto, lo affiancava nelle riparazioni rubandogli segreti e competenze.

Un giorno Alessandro ha deciso di dare una svolta alla sua vita e ha scelto di puntare proprio sulle bici. Si è attivato per aprire, come suo zio, un negozio e un’officina a Milano, in via Tagiura. Creatività ed entusiasmo, però, spesso non fanno rima con un approccio strutturato al business, per questo Alessandro quando ha saputo che la Fondazione Welfare metteva a disposizione il know how di persone esperte si è rivolto a loro.

“I miei Mentor mi hanno aiutato a fare un vero business plan e mi hanno insegnato ad occuparmi con precisione di tutti gli aspetti amministrativi. Per me è stato fondamentale, mi hanno dato gli strumenti per gestire in modo imprenditoriale le attività, un insegnamento che oggi fa parte della mia vita: praticamente vivo tutti i giorni in compagnia di un foglio Excel. Questo mi ha aiutato e mi aiuta non fare passi falsi o scelte azzardate e ancora oggi se ho dei dubbi consulto i miei Mentor, che per me continuano a rappresentare un punto di riferimento”.

“Il mondo della bicicletta è vasto, complesso e in continua evoluzione – afferma Alessandro – io al momento mi limito ad occuparmi delle cosiddette citybike amate dai milanesi, anche se le potenzialità di questo mezzo sarebbero molto maggiori. Servirebbero più piste ciclabili, un po’ meno traffico e meno rischi in termini di furti per rendere la bici il mezzo di trasporto prioritario e preferito dei milanesi.”

Nel suo negozio Alessandro vende bici nuove e usate e le ripara, è diventato una certezza e anche un volto amico per l’intero suo quartiere. Per lui tutto questo è motivo di grande soddisfazione, anche se il lavoro è sempre tanto. Alessandro fa tutto da solo. 

“Sono molto orgoglioso di come stanno andando le cose e non ho mire di espansione. voglio solo ampliare le mie competenze su tipologie di biciclette diverse, come quelle che hanno la pedalata assistita o quelle di alta gamma. Dietro la parola bicicletta c’è davvero un mondo e io piano piano, passo dopo passo, sto imparando a conoscerlo. Potrò affiancare i miei clienti più esigenti nei nuovi orientamenti e nell’evoluzione di questo settore, l’obiettivo è che il mio negozio continui a rimanere un punto di riferimento per la competenza e la professionalità che è in grado di offrire.”