Marika e la sua fiaba che diventa realtà

Si intraprende un percorso di studi per passione e non si sa bene ancora cosa si vorrebbe fare da grandi anche se qualche idea in bozza c’è già. È successo così a Marika Motta che sin da bambina ha sempre amato leggere e si è laureata in Lettere. Poi gli incontri della vita le hanno dato un’opportunità: organizzare eventi. Lo ha fatto per diversi anni, preparando incontri di natura differente per pubblici eterogenei e, come lei sostiene, imparando tante cose preziose: “È un lavoro impegnativo ma molto stimolante, si ha l’opportunità di far nascere e crescere un progetto che coinvolge sempre tante persone e quando gli occhi di tutti si illuminano vuol dire che ce l’hai fatta ed è una grande soddisfazione”.

Marika continua a lavorare, consolida la relazione con il suo compagno e la coppia decide di convivere, poi arriva la prima bimba e quell’idea in bozza sulla sua vita inizia a prendere forma, una forma che diventa sempre più definita quando arriva anche il secondo bimbo. “I figli per me sono stati una specie di specchio, mi hanno portato a guardarmi bene e a interrogarmi per capire come volevo davvero costruire la mia vita. Volevo fare qualcosa che coniugasse l’amore per la lettura e la cultura, ma anche l’amore e il rispetto per le persone e per l’ambiente, tutte cose che volevo trasmettere ai miei figli ma anche a tanti altri bimbi e tante famiglie. È nata così l’idea di creare una libreria per bambini, una libreria un po’ speciale che fosse anche un punto di incontro e di aggregazione, così quando è uscito il Bando “Metter su bottega” mi sono messa a lavorare al progetto e ho candidato la mia “Fiordifiaba”.

Quel bando è promosso dal Comune di Milano, prevede finanziamenti da parte di PerMicro e Banca Etica, e la Fondazione Welfare ha il compito di affiancare le persone nella realizzazione dei loro progetti imprenditoriali. L’obiettivo è dare nuova vita ad aree della città un po’ periferiche e trascurate. Il progetto di Marika piace e convince, così nel quartiere del Giambellino il 19 ottobre 2019 viene inaugurata Fioridfiaba. Una nuova presenza, colorata, festosa e accogliente nel quartiere, che inizialmente è guardata con curiosità ma piano piano conquista tanti piccoli lettori e le loro famiglie. E poi quando Marika decide di organizzare anche incontri, laboratori e feste personalizzate per il suo giovane pubblico arrivano anche tante soddisfazioni.

“Per avere e curare una libreria ci vuole necessariamente passione, si deve essere sempre aggiornati, si scelgono i libri proprio in funzione dei valori che si vuole trasmettere ma si devono anche far tornare i conti, operazione molto difficile. Il mio lavoro precedente mi ha dato gli strumenti per una gestione oculata del budget ma non basta. Grazie alla Fondazione Welfare però ho avuto l’opportunità di avvalermi di microcrediti preziosi e di partecipare a incontri con tanti imprenditori che mi hanno dato idee e suggerimenti maturati con anni di esperienze sul campo.”

In questi giorni drammatici, tante attività sono state congelate. Marika ha continuato a studiare e a pensare alla sua creatura, nel frattempo si è organizzata per consegnare dei libri a domicilio. Ma ora si prepara a ripartire, con tanta energia e con un desiderio: rivedere il sorriso e la gioia di tanti suoi piccoli amici e dei loro genitori. 

Nota: il testo è stato scritto il 27 aprile 2020