Giovanni Fossati

Dopo anni di esperienza nel mondo bancario oggi Giovanni Fossati continua a rendere disponibili le sue competenze da volontario, con una prospettiva diversa. Ha incontri più ravvicinati con i suoi interlocutori e ne coglie molte più sfumature dal punto di vista umano. Fossati, infatti, fa parte dell’associazione Vobis e collabora con la Fondazione Welfare sin dalla sua costituzione. “Quando mi è stato proposto non ho avuto esitazioni, condividevo in pieno i valori e lo spirito che avevano portato alla nascita della Fondazione e in quel contesto potevo davvero dare un contributo utile per migliorare concretamente la vita delle persone.”

Negli anni Fossati di pratiche di Credito Solidale ne ha viste tante, sicuramente ognuna di loro raccontava una storia particolare di difficoltà, ma in quest’ultimo periodo segnato dalla pandemia è apparsa evidente la drammaticità di molte situazioni “Oggi i casi sono quanto mai eterogenei perché il calo del reddito è un fenomeno che ha riguardato tanti settori, anche se ha colpito in particolare il mondo dei servizi. Nella Ristorazione e nel Turismo poi tante persone si sono trovate a vivere difficoltà insormontabili e spesso per necessità si sono dovute reinventare per recuperare un reddito, spesso molto diverso da quello che non avrebbero mai pensato di dover perdere. Il Credito Solidale per molti è stato davvero un ponte che ha permesso di superare momenti difficili e di sostenere il recupero di  una  nuova  normalità”

Dopo tanti anni di collaborazione Fossati sostiene di aver incontrato tante persone che non hanno l’abc di una buona gestione di un budget familiare e per questo si ritrovano a peggiorare la loro situazione finanziaria. “Purtroppo, in molti casi è difficile riuscire a dar loro indicazioni o suggerimenti, soprattutto se la relazione si limita esclusivamente a colloqui telefonici, come si è verificato nell’ultimo anno. Guardando negli occhi le persone si crea un’atmosfera più rilassata, si possono intercettare meglio gli stati d’animo e anche l’interesse ad approfondire certi temi.”

Per quanto riguarda il team della Fondazione Fossati è di poche parole: “le persone con cui lavoro sono molto competenti a partire dai volontari degli sportelli che forniscono già tutte le indicazioni necessarie per confrontarci in modo appropriato con il candidato. Ormai siamo una squadra collaudata e, mi permetto di dire, molto efficace, che lavora con un obiettivo: facilitare ed accelerare il percorso di ripartenza di chi è in difficoltà.”